Anche nel mondo esclusivo di Ferrari, il Testa D’Oro Colani è uno di un genere

Il catalogo di Ferrari è strapieno delle bellezze classiche misura per i manifesti della camera da letto, ma i vari one-offs e le creazioni su ordinazione che emergono dal fabbricante automobilistico spesso inoltre hanno un talento per l’estratto.

Sì, le opere sconosciute gradiscono il Pininfarina Sergio o il pop-up dell’astronave di Ferrari ogni una volta dentro per un po’, ma questo volta intorno stiamo mettendo a fuoco su qualcosa complessivamente unico – il Testa D’Oro Colani di Ferrari. Messo semplicemente, lo scioglilingua italiano assomiglia a nient’altro là fuori. Questa creazione leggendaria dal fine degli ’80 è attualmente sopra esposizione in Italia.

Disegnato dal progettista industriale tedesco Luigi Colani, l’automobile visualizza lo stesso genere di retro-futurismo che amavamo sul suo concetto 1981 di BMW m2, che montra lo stile originale dell’artista. Per quanto riguarda la boccata italiana, il two-seater rosso ciliegia è lungo allungato ed in basso, con un labbro anteriore gigante e gli alloggi neri del faro che danno all’automobile un fronte espressivo distinto. Da alcuni angoli, assomiglia ad una capsula di spazio bizzarra a partire dal futuro. Da altri, sembra il vero e proprio reptilian.

L’estetica è più di appena vistosa comunque; sono funzionali. Il Testa D’Oro Colani è stato creato nel 1989 per inseguire le annotazioni di massima velocità agli appartamenti del sale del Bonneville, quindi al roofline rovesciantesi ed agli sfiati intenzionale-disposti. Al di sotto di quella carrozzeria liscia si trova il fondamento di Ferrari Testarossa, ma con alcune aggiunte choice.

Per inseguire i libri di annotazioni, Colani ha collegato con le case automobilistiche Lotec di sport del tedesco ed ha aggiunto due sovralimentazioni al motore del flat-12 del Testarossa. Dopo le varie modifiche e una certa sintonizzazione, il veicolo ha prodotto i 739 cavalli vapore enorme e 600 libbra-piedi di coppia di torsione. Quelli sono numeri impressionanti per 2015, molto meno 1989.

Relativo: Pirelli usa il LaFerrari pista-cresciuto FXX K di Ferrari per collaudare le sue gomme digitali del futuro

Malgrado quelle figure, “la testa di oro„ non riuscito per mettere una nuova annotazione di massima velocità al Bonneville, raggiungente una velocità di 211 mph prima del ritorno e del colpire 218 mph alcuni anni più successivamente. Anche senza quel risultato (ha vinto il premio per l’automobile più veloce con una marmitta catalitica), l’automobile rimane leggendaria nel suo proprio modo. Se siete in Italia, potete vedere in persona l’automobile alla sala d’esposizione di Maranello Purosangue.

Fonte: Anche nel mondo esclusivo di Ferrari, il Testa D’Oro Colani è uno di un genere

Cosa pensi di questa notizia? Dì la tua su Facebook!

Precedente Schneier: La Cina e la Russia quasi definitivamente hanno i documenti di Snowden Successivo I ricercatori collegano l'incisione federale massiccia in Cina