HTML5: È già dappertutto, anche in cellulare

il condannato elettronico scrive: La vallata di Tom non è stata mai timida ed in un Q&A con Matt Asay su lettura /scrittura, il co-fondatore di EmberJS e l’evangelista di Javascript ha le pretese franche che le tecnologie aperte di web sono già dappertutto, anche nei apps mobili indigeni e che è soltanto una questione di tempo prima che prendano “a tutte le capacità di una piattaforma indigena e brevettata.„ Prenda quello, doomsayers dei Web-essere-morti. La vallata ha abbondanza più da dire, chiamando Google “un colosso adolescente„ che in ritardo sta abbracciando le tecnologie di aperto Web in mobile, lodante il nitro motore del JS di Apple e sminuente l’idea che i apps di web devono guardare e ritenere lo stessi dei apps indigeni per il web aperto al trionfo. La sua linea inferiore: “[I] t non dure vedere che il futuro del web sul cellulare è felice.„

HTML5: È già dappertutto, anche in cellulare HTML5: È già dappertutto, anche in cellulare

HTML5: È già dappertutto, anche in cellulare

Legga più di questa storia a Slashdot.

HTML5: È già dappertutto, anche in cellulare

HTML5: È già dappertutto, anche in cellulare
HTML5: È già dappertutto, anche in cellulare
HTML5: È già dappertutto, anche in cellulare

HTML5: È già dappertutto, anche in cellulareHTML5: È già dappertutto, anche in cellulareHTML5: È già dappertutto, anche in cellulare

Fonte: HTML5: È già dappertutto, anche in cellulare

Cosa pensi di questa notizia? Dì la tua su Facebook!

Precedente L'indicazione di gorgo prende lo shopping di festa di KTLA per ostentare Apple paga (video) Successivo Airbnb sta liberando una rivista