La Francia non pensa che backdoors della crittografia sia la risposta

La Francia non pensa che backdoors della crittografia sia la rispostaCome il dibattito più indipendentemente da fatto che i funzionari di governo dovrebbero avere accesso segreto alle collere cifrate di servizi sopra, un paese non pensa che è una buona idea. Il segretario di stato della Francia per gli affari digitali Axelle Lemaire ha rifiutato un emendamento proposto che avrebbe richiesto alle società di permettere all’accesso di governo. Lemaire stava parlando a nome del governo francese quando ha chiamato i backdoors “la soluzione sbagliata.„

“Che cosa proponete è la vulnerabilità da progettazione,„ Lemaire ha spiegato. “È inadeguato.„

Il funzionario francese ha continuato a dire che se i backdoors si trasformano in in un requisito, i dati personali non sono più protetti e che le società compreso le caratteristiche probabilmente affronterebbero le conseguenze enormi della credibilità ed economiche. Cioè la gente smetterebbe di usando quei prodotti. Lemaire inoltre ha notato che i backdoors offrono un modo dentro per quelli con le intenzioni meno nobili. In conseguenza agli attacchi di Parigi, i rapporti sono affiorato che la Francia inoltre ha voluto limitare l’accesso al tor e spegnere WiFi pubblico durante le emergenze. Il primo ministro Manuel Valls più successivamente ha detto che WiFi nixing non avrebbe non fa parte di nuove politiche della sicurezza.

[Credito di immagine: Immagini di Getty]

Fonte: Ars technica, Numerama (francese)

Fonte: La Francia non pensa che backdoors della crittografia sia la risposta

Cosa pensi di questa notizia? Dì la tua su Facebook!

I commenti sono chiusi.