Più duro di Everest? Come Hkakabo Razi ha rotto gli scalatori nazionali di Geo ed il loro ingranaggio

“Passare le nostre vite nella formazione dell’Himalaya. Tuttavia, questo trumped qualche cosa che avessimo sperimentato.„

Hkakabo Razi (RAH-zeta pronunciata Ka-kuh-BO) sarebbe il più alto picco in Sud-est asiatico. È tagliato con il massiccio dentellato di roccia nera e dei ghiacciai bianchi che aumenta dalle giungle del Myanmar del Nord (precedentemente conosciuto come la Birmania). La montagna, situata oltre il bordo orientale dell’Himalaya, sul confine con il Tibet, in primo luogo è stata misurata indietro nel 1925 d’altezza a 19.296 piedi. È un picco così a distanza che appena ottenere alla montagna richiede un aumento di due settimane attraverso la giungla densa con l’immersione delle gole che inoltre è abitata in dai serpenti velenosi.

Hkakabo Razi a volte è chiamato “il Anti-Everest„ perché non ci sono l’infrastruttura, guide, portatori, o tracce facili alla montagna. Nel 2014, geografico nazionale ha assegnato una spedizione per determinare vedere appena quanto alto questa montagna realmente è (la sua altezza è stata sfidata da una montagna vicina, Gamlang Razi). Il viaggio è stato sostenuto dal fronte, dal SanDisk, rosso e da Sony del nord. Sopra quello, è stato descritto in rivista geografica nazionale e sarà descritto in un episodio di un’ora della loro serie degli esploratori (per ventilare sulla TV in primavera di 2016).

L’eseguire-Istituto centrale di statistica incluso sfide del gruppo di spedizione con i signori della guerra, dovendo tagliare l’ingranaggio a metà (due volte), esaurendo l’alimento ed il combustibile, avendo tutti i loro dischi rigidi di filatura viene a mancare a circa 13.000 piedi e poi dovendo fare un’escursione 100 miglia attraverso la giungla ogni modo.

Allungato al limite, il gruppo, che videographer incluso Renan Ozturk, segno di autore Jenkins, fotografo Cory Richards, scalatore Emily Harrington, responsabile Taylor Rees del campo base e capo Hilaree O’Neill di spedizione – ha cominciato corrente in basso su alimento sull’aumento fuori.

Con le risorse che vuotano, non ognuno potrebbe andare sull’ascensione finale, che ha creato molto dramma all’interno di piccolo gruppo. Alla fine, le circostanze erano così dure che hanno raggiunto soltanto 18.840 piedi prima di dovere girare indietro.

Sebbene siano non portata capace la sommità ed infine risolvano il mistero della montagna più alta del Myanmar, potevano ritornare vivo per documentarlo. Abbiamo parlato con Ozturk per raccontare il questo l’avventura fisicamente e mentalmente faticosa.

Tendenze di Digital: Dicaci un piccolo circa gli scopi della spedizione?

Renan Ozturk: La spedizione era una spedizione Geografico-assegnata nazionale, con lo scopo scientifico di scalata dei picchi a distanza al bordo dell’Estremo-Oriente dell’Himalaya birmana e di usando la tecnologia di GPS, per risolvere il mistero di più alta montagna in Sud-est asiatico.

Che cosa erano alcune delle sfide che principali avete dovuto occuparti lungo del modo?

Per raggiungere appena la base della montagna, abbiamo dovuto attraversare per terra sui treni, sulle bici della sporcizia e finalmente su 150 miglia through la giungla a distanza. Non c’è l’infrastruttura per le spedizioni in Birmania ed eravamo sbagliati da presupporre che sarebbe stata facile da ottenere il nostro adattare tutto il modo nella montagna. Una mancanza di portatori e di alimento locale ci ha forzati tagliare ancora il nostri approvvigionamento di generi alimentari, abbigliamento caldo ed ingranaggio della macchina fotografica a metà ed a metà appena in modo che potessimo continuare muoverci attraverso la giungla proditoria.

Come eravate avete spinto mentalmente come pure fisicamente?

La spedizione ci ha messi in uno stato costante dello sconosciuto. Abbiamo svegliato ogni giorno con le nuove sfide che variano dai serpenti velenosi sulla traccia, dalla mancanza di portatori, dalla fame, dalle liscivie, dal vicolo cieco itinerario-trovanti sulla montagna e da un gruppo difficile dinamico. Le cose stavano andando in pezzi costantemente ed era una battaglia mentale ogni giorno da restare positivo. Sopra quello eravamo morire di fame dovuto una scarsità di alimento durante le 15 miglia un il giorno attraverso la giungla, che inoltre ha contribuito ai membri del gruppo sul bordo del congelamento e della morte dall’esposizione ad alta altitudine, su sulla montagna. C’erano punti in cui le difficoltà mentali e fisiche erano così grandi che abbiamo dovuto prendere le decisioni di vita o morte per vivere per raccontare la storia.

Come vi siete preparato sparare nei termini come questo?

Tutti i membri del gruppo erano scalatori come pure creatives professionali per geografico nazionale ed il fronte del nord. Passare le nostre vite in Himalaya che prepariamo e che acquisiamo l’esperienza per questi tipi di spedizioni. Tuttavia, questo trumped qualche cosa che avessimo sperimentato. Non c’era modo di predizione delle difficoltà che abbiamo incontrato e la giungla era un nuovo ambiente claustrofobico per noi gente della montagna. Se ritorno mai, avrò alcuni trucchi sulla mia manica per la migliore sopravvivenza della giungla.

Che attrezzatura avete portato avanti per documentare il viaggio?

Abbiamo portato l’intera gamma macchine fotografiche mirrorless dal drago rosso, dalle gru leggere del pro ingranaggio di Lite, dai piccoli fuchi, dalla interamente struttura di Sony A7S ed azionamenti semi conduttori del SanDisk e schede di memoria enormi 512GB. Alla fine, l’ingranaggio è stato spogliato giù agli elementi essenziali nudi e soltanto Sony A7S con le carte del SanDisk un 512GB era sulla spinta della sommità.

E come l’attrezzatura ha sostenuto?

L’intera spedizione era una costante che spoglia via dell’ingranaggio, dell’alimento e dell’energia fisica e mentale. La documentazione della questa avventura era una sfida enorme per tutta la nostra tecnologia ed alla fine l’attrezzatura del SanDisk e soltanto di Sony ha sopravvissuto al guantone di protezione di tempo e dei termini, dal livello del mare vicino a 19.000 piedi sull’più alto picco in questa zona dell’Himalaya.

Potere avere una piccola macchina fotografica mirrorless e uno stoccaggio semi conduttore affidabile della interamente struttura realmente ha permesso queste storie estreme dire e dice in un modo cinematografico. Il metraggio è online in una scelta minuta del personale di 20 Vimeo. Il film del nord del fronte inoltre fa parte della serie geografica nazionale dell’esploratore della televisione nel 2016. Gli alambicchi dal A7S aperto e chiuso l’articolo nazionale della stampa “di punto di non ritorno„ di Geo pure.

Fonte: Più duro di Everest? Come Hkakabo Razi ha rotto gli scalatori nazionali di Geo ed il loro ingranaggio

Cosa pensi di questa notizia? Dì la tua su Facebook!

Precedente LastPass vulnerabile all'attacco estremamente semplice di Phishing Successivo I pro di logica: 3 trucchi trascurati per tenere le vostre sessioni di logica riordinano ed efficiente