Rassegna del MIB II di Volkswagen

Per i 2014 anni di modello, Volkswagen ha introdotto la loro piattaforma modulare del Infotainment, conosciuta semplicemente come MIB. Senza mettere un punto troppo fine su, meno di quanto siamo stati entusiasmati con. Ma meno di due anni più successivamente di VW è ritornato con una risposta alla critica, rivelante la nuova seconda generazione della piattaforma del MIB. Il nuovo sistema è limitato per la vasta maggioranza dei modelli 2016 di Volkswagen, alcuni di cui stanno colpendo le sale d’esposizione questo mese.

Progettato non solo per affrontare le edizioni che hanno contagiato la ripetizione originale, ma anche per stabilire la parità fra Volkswagen ed altri leader del settore nel regno del infotainment, la missione del MIB II è ambiziosa. Ma il VW è riuscito in quell’inseguimento?

Relativo: Apple CarPlay contro l’auto di androide: Quale appartiene nel vostro giro seguente?

Dopo che appena alcuni secondi di tempo pratico con il sistema è ovvio che Volkswagen ha revisionato estesamente il MIB, non solo dal punto di vista della caratteristica messa e dell’interfaccia ma dal lato dell’hardware pure. Mentre non è senza difetto, è un punto massiccio nella giusta direzione e vedere un produttore automatico lavorare all’interno di un orario che somiglia più molto attentamente ad una società di prodotti elettronici di consumo è un cambiamento di rinfresco del passo dalla progressione tipica e del tipo di ghiacciaio degli aggiornamenti importanti del infotainment.

Facilità d’uso

Amila o odila, Volkswagen ha scelto di tenere la disposizione dei schermo-circondare-da-duro-bottoni dal sistema della prima generazione, sebbene qui il suo uso sembri molto più di meno frustrante. Il sistema della prima generazione ha presentato spesso l’utente con un labirinto dei menu per contendersi con per trovare le caratteristiche regolarmente usate. IL MIB II invece offre un menu principale con una più grande selezione delle opzioni generali per perforare giù da, trasformante il compito seccante dell’immersione subacquea una sezione di scoprire soltanto la caratteristica che avete voluto le bugie altrove un avvenimento meno comune.

Forse ancora più importante, il VW ha migliorato l’hardware interno anche, rendendo un sistema che è veloce reagire agli input e risponde ai gesti dello pizzico–zoom e del colpo in un modo che non fa l’intero trattato ritenere come un espediente povero-eseguito. Quello è alto elogio che considera le mie alterazioni tipiche con i sistemi del infotainment dell’in-automobile che tentano di comprendere quegli elementi.

Quei internals rinforzati sono un aggiornamento particolarmente benvenuto quando considerate appena quanto il nuovo VW di funzionalità ha riempito nel MIB II, sebbene venga al costo di semplicità dell’interfaccia. I nuovi venuti possono ancora trovare la curva di apprendimento di nuovo sistema più ripida di preferirebbero, particolarmente considerando quanto delle caratteristiche del MIB II essenzialmente sono resi superflui se potete approfittare delle opzioni mobili della connettività incluse in Volkswagen App-Vi collegate.

Caratteristiche

Mentre non molto è cambiato di funzionalità di norma del MIB II in termini di connettività di Bluetooth, la navigazione, radio satellite ecc, il VW ha ampliato notevolmente il loro sistema di servizi collegato carnet e con viene una matrice di nuove caratteristiche.

Il carnet era precedentemente un affare solo sottoscrizione, offrente i servizi come il veicolo rubato che segue, le notifiche automatiche di arresto ai primi radar-risponditore e l’assistenza del bordo della strada, tanto come il sistema del OnStar del GM. Ma con il MIB II, il carnet ora, piuttosto confusionario, inoltre comprende insieme le caratteristiche basate non sottoscrizione sotto un ombrello.

È una distinzione importante da fare perché con integrazione di app che permette che facciate i trucchi abili del salone come suonano il clacson a distanza il corno ed inviano i dati della destinazione al sistema di navigazione del veicolo dal vostro dispositivo mobile, carnet ora inoltre comprende il contributo alle piattaforme di Apple CarPlay, dell’auto di androide e di MirrorLink. Fondamentalmente, collegare il vostro dispositivo mobile a queste piattaforme non fa parte del servizio di sottoscrizione.

Ciò è specialmente notizie benvenute date che quasi tutta la funzionalità di esterno del MIB II è resa inutile se state usando una delle interfacce di cui sopra per collegare il vostro smartphone fino al sistema.

Tenendo conto del fatto che il sollevamento pesante di calcolo sta realizzando dal vostro dispositivo mobile piuttosto che il sistema stesso del infotainment, le caratteristiche interne (e prestazione, ad un certo grado) del MIB II in gran parte si trasformano in in un punto discutibile dal lettore multimediale, l’accesso del telefono e la funzionalità di navigazione stanno venendo direttamente dal dispositivo stesso ed il sistema del MIB II essenzialmente sta funzionando mentre una più grande ed interfaccia più convenientemente individuata per interagire con.

Per gli utenti di Apple che significa che (piuttosto purtroppo) che userete Apple traccia – Google Maps non è stato dato il verde da Cupertino eppure – ma anche la navigazione calunniata app di Apple è ancora anni luci davanti ai sistemi di navigazione a bordo tipici, compreso Volkswagen.

Rassegna del MIB II di Volkswagen
Rassegna del MIB II di Volkswagen

Gli utenti di androide possono farlo migliorare anche, con l’auto di androide che fa leva non solo il proprio software di tracciato di Google ma la capacità piuttosto spaventosa della società suggerire contestuale i punti di destinazione ed altri dati applicabili basati sui messaggi di testo (indirizzi inviati voi da SMS, per esempio) e sulle ricerche precedenti eseguite su quel dispositivo o su altri dispositivi che il conto è stato utilizzato sopra.

I messaggi di testo ricevuti sono letti ad alta voce piuttosto che essendo sullo schermo visualizzato e dopo avere veduto sia le interfacce di Google che di Apple nell’azione, entrambi fanno il lavoro dell’interpretazione dei comandi di voce la prima volta fuori con molto più consistenza che tutto il sistema che del infotainment dell’OEM ho usato mai, facendo il compito della dettatura delle risposte di SMS di nuovo al sistema un affare ragionevolmente che non richiede sforzo.

Hardware

Sebbene il MIB II offra una ricchezza di nuova funzionalità sopra il sistema della prima generazione, è gli aggiornamenti all’hardware del sistema che sono il più ovvio e benvenuto. Considerando che il vecchio sistema ha lavorato con il clunkiness seccante ed i tempi di caricamento inaccettabili fra le funzioni, il MIB II ha rimediato a quei disturbi con un’unità di trattamento veloce molto.

Specialmente nel contesto delle automobili, la dimensione dell’esposizione dello schermo attivabile al tatto di un sistema è legata intrinsecamente al suo impiego possibile. Sembra che il VW abbia realizzato questo anche, comunque la loro soluzione al problema probabilmente ancora lasci alcuni utenti meno di quanto soddisfatti.

Per Volkswagen 2016 offrirà il MIB II con una scelta delle unità cape differenti che caratterizzano gli schermi attivabili al tatto che variano dal modello di colore a 5 pollici della composizione trovato sulla disposizione bassa VWs all’a 6.3 pollici, un’esposizione capacitiva 800×480 con il sensore di prossimità trovato sui media della composizione e scoprono i modelli di media (l’ultimo comprende le funzioni migliorate di navigazione). Questi due inoltre caratterizzeranno la serie piena delle funzioni App-Collegare ed il colore della composizione non non, in modo da se state sperando per CarPlay su un golf basso della disposizione, io sono impaurito che siete da fortuna.

Il modello superiore della fila è la scoperta pro, che mette in mostra uno schermo attivabile al tatto a 8.0 pollici, un disco rigido interno 10GB ed altre caratteristiche supplementari, ma sarà offerta soltanto sul modello premio del e-Golf SEL per 2016.

Grafici

Malgrado il fatto che Volkswagen vedi che la misura per dare l’hardware e la caratteristica ha fissato un importante revisione, hanno scelto di lasciare i grafici più o meno non trattati. Non è certamente l’interfaccia più grezza intorno in termini di aspetto, ma ora guarda cospicuamente datato, dandogli ulteriore incentivo per cambiare appena alle funzioni di App-Collegamento ove possibile.

Rassegna del MIB II di Volkswagen

Mentre ragionevolmente facili da leggere, i sistemi di menu del MIB II sono abbondanti con le stesse fonti senza vita e la tavolozza di colore rigida ha trovato nel sistema della prima generazione. C’è una certa contraddizione globale anche. Il menu principale, per esempio, usa le grandi, icone cercare moderne piene con il fanciness di pendenza mentre la maggior parte di sotto menu guardano una decade vecchia.

In generale fa il MIB II ritenere come le generazioni differenti di software cobbled insieme piuttosto che un pacchetto coesivo. Tenendo conto del lavoro che mettono nel miglioramento dell’esperienza utente ad un livello fondamentale, è un pezzo di una vergogna vedere che una nuova mano di pittura per l’estetica del sistema non era un più prioritario.

Conclusione

Mentre non cura tutti disturbi presentati dal sistema della prima generazione, il MIB II indirizza parecchie loro. Il nuovo hardware, in particolare, va un modo lungo nel rendere l’interfaccia del VW più piacevole lavorare con e l’inclusione nuovi degli elementi avanzati e genuino utili ora inclusi all’interno del carnet permette che Volkswagen fornisca la funzionalità che molti altri fabbricanti automobilistici non possono offrire semplicemente a partire da ancora.

Anche se Apple CarPlay, auto di androide e MirrorLink non è caratteristiche che siate interessato specialmente di, la banda del MIB II di nuovi servizi collegati ora del rubinetto come pure i miglioramenti apportati all’esperienza utente globale rendono questo un grande passo avanti per la piattaforma.

Livelli

  • Insieme completo della caratteristica
  • Hardware veloce e rispondente

Minimi

  • Estetica ancora che manca
  • L’interfaccia rimane in qualche modo complicata

Fonte: Rassegna del MIB II di Volkswagen

Cosa pensi di questa notizia? Dì la tua su Facebook!

Precedente Il CEO di Blackberry non è sicuro come utilizzare il suo telefono di androide Successivo macchina fotografica di iPhone 6s confrontata ad ogni iPhone precedente della generazione (galleria)